Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido (Albert Einstein).

Prima di sprofondare nel grande sonno voglio ascoltare l'urlo della farfalla (Jim Morrison).

Il futuro, significa perdere quello che si ha ora, e veder nascere qualcosa che non si ha ancora (Haruki Murakami).

Non sono una donna addomesticabile (Alda Merini).

Il mondo che ti circonda è stato costruito da persone che non erano più intelligenti di te (Steve Jobs).

sabato 9 giugno 2018

alcuni dei bellissimi progetti Avis

Mariarosaria Cipolletta della 1ALSU



L’inizio della storia di un artista è in un’età compresa tra un sorriso e un pasticcio
 in cui la domanda che sta in cima è:
“faccio una cosa bella o un gran pasticcio?”.
Gioca con i colori, le matite e i pennarelli
come un bambino che scopre per la prima volta la parola “Arte”.
Rosso come il sangue
Rosa come la vita
Bianco come la purezza
Nero come una persona che deve essere aiutata.
S’impara anche sbagliando finché non si è contenti

Giulia Sichel e Cinzia Singh della 4ALSU


giovedì 7 giugno 2018

Notte prima degli esami...

Quando l'ultimo giorno di scuola dell'ultimo anno di liceo suona la campanella dell'ultima ora, tu sei convinto che quello sia l'ultimo secondo della tua adolescenza. Senti il bisogno di sottolineare l'evento con una frase storica, tipo: "Che la forza sia con noi!" oppure "Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo!". (Luca)

PORTRAIT DELL'ULTIMO GIORNO DELL'ANNO... BUONE VACANZE A TUTTI!

😘😘😘😘



VI PRESENTIAMO IL MATTEI 'S BLOG: video della 1ALSU e parole della 3ALSU



Nel corso dell’anno 2017/2018 il nostro Istituto ha deciso di intraprendere un nuovo cammino per andare incontro all’avanzamento della tecnologia e all’importanza della comunicazione così come si presenta nel mondo di internet: ecco che è nato il Mattei s Blog, ossia il nostro blog.
La proposta di far parte della redazione non poteva di certo mancare, visto che la referente di questo nuovo progetto era la nostra professoressa di scienze umane Michela Pisu così, giunto il momento se iscrivermi o meno, ho preso la decisione di aderire. Innanzitutto, c’era la questione dei crediti… Inutile fingere che l’accumulo dei crediti a partire dal terzo anno non sia un incentivo non indifferente, ma non era solo questo il motivo che mi ha spinto a far parte della redazione del Blog: desideravo dare il mio contributo per la realizzazione di un progetto finalmente utile, interessante e alla portata di tutti, nonostante le mie scarse doti da scrittrice e giornalista. All’interno della redazione ricompravamo tutti i medesimi ruoli, a nessuno era affidato un ruolo più importante di un altro e forse proprio questo ha contribuito a formare un legame di forte collaborazione tra tutti i componenti del gruppo. Ritengo che mi sia servito soprattutto per l’esercizio alla stesura di un articolo, molto diverso dai saggi fatti nel compito in classe, e per capire meglio come si opera all’interno delle redazioni. Finalmente, a fine anno, ho visto i risultati: tanti articoli che scorrono sulla nostra page grazie all’aiuto e dall’esperienza della Prof. Pisu. L’anno prossimo si ripresenterà l’opportunità di partecipare ancora attivamente al Mattei’s Blog e, ovviamente, io ci sarò!

VALERIA GRANELLI 3ALSU


Ho scelto di far parte della redazione del Mattei’s blog principalmente per mettermi in gioco in una nuova disciplina a me sconosciuta: il giornalismo. Inizialmente non sapevo da dove cominciare per scrivere un buon articolo, ma con il tempo e gli aiuti della prof. Pisu, sono riuscita a migliorare le mie qualità di giornalista e pure i miei pezzi. Sicuramente scrivere articoli non è un lavoro semplice, ma il nostro blog scolastico è un buon modo per iniziare ad approcciarsi al mondo giornalistico. Spero vivamente che il nostro progetto, l’anno prossimo, sia maggiormente riconosciuto, con nuovi giovani giornalisti e – ovviamente –  noi veterani.


SABRINA BONELLI 3ALSU

Nell’anno scolastico 2017/1018 ho partecipato al blog della scuola. 
È iniziato tutto per caso ma si è rivelata una bellissima esperienza e, quando ero libera dagli impegni scolastici, mi dedicavo con molto piacere.
Facendo questo corso ho potuto approfondire i temi che piú mi interessavano: ho partecipato al corso del blog anche durante la settimana della flessibilità e mi sono trovata benissimo e,  con le altre alunne partecipanti al corso assieme a me, siamo riuscite a fare un'indagine per capire in che modo i ragazzi che avevano i recuperi ritenevano la settimana utile allo scopo. 
L’anno prossimo indubbiamente parteciperò nuovamente alla redazione del blog!!!!!

LAURA BERSANI 3ALSU 

In questo anno scolastico ho partecipato al blog della scuola, è stato utile e divertente. E' stata una possibilità che la scuola offre agli studenti, poiché ti prepara per il mondo giornalistico. La cosa più bella è aver conosciuto persone simpatiche e che hanno messo tanto impegno su ciò che è stato realizzato nel blog.

MARTINA STRIPPOLI 3 ALSU

Quest'anno ho fatto parte della redazione del Mattei's Blog e, nello specifico, mi sono occupato della cronaca sportiva. Scrivendo articoli, ho potuto valutare le mie competenze in ambito giornalistico, sia nei miei punti di forza che nei miei punti di debolezza. E' una bella esperienza e la consiglio a chiunque avesse la passione di scrivere.

MATTIA PELLEGRINI 3ALSU



giovedì 24 maggio 2018

IN SCENA AL TEATRO VERDI “GLI UCCELLI” DI ARISTOFANE


Lunedì 21 maggio 2018, presso il teatro Verdi di Fiorenzuola d'Arda, il gruppo di teatro del nostro Istituto, ha messo in scena la commedia, sotto la direzione della professoressa Frati, "Gli uccelli" di Aristofane. 
Due ateniesi decidono di lasciare Atene, disgustati dal comportamento dei loro concittadini. Si recano dunque da Tereo e gli propongono di fondare insieme agli uccelli una città di nome Nubicuculia. Dopo una serie di peripezie con il consenso degli uccelli e degli Dei cominciano i lavori.
Comica, esilarante e davvero divertente, impossibile non ridere. Bravi gli attori: ognuno di loro è riuscito a rappresentare bene il personaggio che dovevano portare in scena.
Ora il gruppo è impegnato in un concorso in Sicilia ma ci auguriamo di rivederli presto in un prossimo spettacolo.

Cattani Martina 1^A LSU                                 

Cipolletta Mariarosaria 1^A LSU


giovedì 10 maggio 2018

Lady Bird

Se c’è un’età ingrata nella vita (ce ne sono molte, ma semplifichiamo), è quella che va dai 17 ai 18 anni. Nominalmente ancora minorenni, i futuri adulti lottano con i genitori, diventati all’improvviso i principali nemici della loro autonomia, e al tempo stesso temono che nessuno li amerà mai come loro. Convinti che i propri sogni abbiano la precedenza su tutto, vedono il mondo come una serie di ostacoli da superare e cercano nuovi alleati nella sua conquista, a volte tra le persone sbagliate. Questa faticosa e dolorosa lotta per diventare adulti è ancora più sentita in un paese come gli Stati Uniti - non a caso patria del teen movie - dove l’esperienza del college rappresenta un distacco non solo fisico dalla famiglia d’origine. Da noi, dove per scelta o per necessità i ragazzi restano nella casa dei genitori per un periodo assai più lungo, la transizione è meno traumatica.



martedì 8 maggio 2018

Laboratorio Scienze Umane della 4ALSU

Le Scienze Umane sono un percorso che prevede lo studio e l'interesse di tanti temi tra cui: le disabilità, le tossicodipendenze, la devianza, le malattie psichiche e disturbi della personalità. Questi argomenti sono stati spiegati dalla 4ALSU attraverso dei laboratori poi condivisi attraverso dei video. 


domenica 22 aprile 2018

Questionario sulle differenze di genere: somministrato dalla 4ALSU al polo Mattei











La 4 ALSU quest'anno scolastico ha realizzato un progetto sulla sostenibilità incentrato sulle differenze di genere dal punto di visto delle scienze umane. Psicologia, Sociologia, Antropologia e Pedagogia a confronto su un tema che ancora oggi fa discutere. 
  1. Il progetto, dopo una fase teorica, prevedeva una parte pratica divisi anch'essa in tre fasi: 
    1.      compilazione di un questionario attraverso cui fosse possibile mettere in evidenza le scelte di genere del nostro Istituto (tutti e cinque gli indirizzi: LS, LSU, IPSIA, ITT, ITE); motivi della scelta; aspettative future.;
    2.      Somministrazione del questionario alle 3^ e 4^ dei cinque indirizzi;
    3.      Analisi dei dati raccolti attraverso dei grafici.

mercoledì 18 aprile 2018

Cracovia mon amour ...quarto giorno


Ultimo giorno e rientro a casa…

Questa volta si vola con EasyJet, meta: Milano Malpensa.

L’arrivo a Fiorenzuola è previsto per le 14.00: mi rimane giusto il tempo per preparare le lezioni per domani mattina.

BAZINGA!

Se non avete capito cosa significa Bazinga, significa che non avete avuto l'onore di conoscere Sheldon Cooper  e se non conoscete Sheldon Cooper beh,  non potete dire di avere davvero compreso la teoria del Big Bang: che tristezza!

Ci vediamo domani, a scuola,  magari un poco assonnati e stanchi, ma come è bello partire per un lungo o un breve viaggio, è anche bello tornare a casa. Qualunque sia la nostra casa. 

L’inviata speciale

Cracovia mon amour ...terzo giorno

La prima cosa da dire in merito alla giornata di oggi è che è una data memorabile, se non altro per mia madre che mi ha messa al mondo e, se mio padre ci fosse ancora, lui direbbe che il 18 aprile gli è nata la figlia più strana rispetto alle altre due. Ovviamente in senso positivo...
Festeggerò i miei ... anni nel miglior modo possibile: con i miei nipoti adottivi, ossia gli alunni. 

A parte questo, l'avventura polacca continua con un andamento spedito, anche e soprattutto grazie a Uncino, il nostro capitano, attento a controllare che il vento sia sempre in poppa. 
Maurigno - invece - gradirebbe sentire il canto delle sirene,  se non altro per fermare un poco la marcia e godere dell'atmosfera della città di Cracovia con della buona musica. Peccato che per farlo bisognerebbe essere legati all'albero maestro. 

Per quanto riguarda me, mi limito a godermi la città e devo dire che - anche se gli alunni diranno il contrario - si mangia bene. Devi solo indicare bene il piatto che desideri senza pronunciare i nomi impronunciabile delle pietanze. 

La visita al castello di Wawel non era suggestiva come ciò che abbiamo visto ieri, ma strabiliante la parte intitolata The lost wawel: il castello sotterraneo.
Domani sveglia molto, molto presto.

continua...